Sport e bambini: perché è importante?

Sono felice di comunicarvi l’inizio della collaborazione tra me e il Blog ufficiale di Hello Family di Coop e per questo ecco a voi il mio primo articolo:

Come ci si rialza dalle sconfitte? Le dinamiche sono le stesse le che si verificano ad una partita di calcio o a dei 100 metri piani. I valori dello sport non sono solo le medaglie, ma soprattutto una serie di benefici ben più preziosi da insegnare ad i vostri figli.

L’importanza dell’attività sportiva per lo sviluppo

E’ scientificamente provato che chi pratica uno sport sin da bambino è dotato di un prezioso bagaglio di esperienze. Lo sport crea delle nuove amicizie, insegna la tolleranza, il rispetto delle regole e degli altri. Oltre ad essere utile per socializzare, divertente e istruttivo, lo sport combatte la sedentarietà sviluppando l’apparato osseo e scheletrico correttamente.

Quando iniziare a fare sport e quale scegliere?

Qualsiasi attività sportiva è consigliata a partire dai 3 anni. Fino ai 6 anni si prediligono le attività individuali come la ginnastica e il nuoto. Questo perché sono delle attività che coinvolgono tutto il corpo e ne permettono uno sviluppo ottimale. Per gli sport di squadra come ad esempio il calcio e la pallavolo è meglio aspettare che il bambini abbia compiuto almeno i 6 anni. In questo modo vostro figlio sarà in grado di apprezzare le attività collettive per il raggiungimento di un obbiettivo comune.

Quanti giorni alla settimana praticare uno sport?

L’impregno che prende il genitore per portarlo agli appuntamenti presi è fondamentale. Ricordatevi che i genitori danno l’esempio. Volete che vostro figlio sia rispettoso delle persone e degli impegni presi? Dimostratevi altrettanto capaci di esserlo! Una buona frequenza per la pratica di uno sport per un bambino è di circa due o tre volte la settimana.

Agonismo o divertimento?

Con l’arrivo dell’adolescenza, i vostri figli se lo desiderano possono decidere di intraprendere la carriera agonistica. Compito dei genitori è lasciare che i bambini si divertano finché sono piccoli, affinché successivamente imparino a vincere e ad accettare le sconfitte. Una lezione importante sarà sicuramente la prima sconfitta sportiva. Aiutate ed incoraggiate i vostri figli, andate a vederli e tifate per loro, restategli vicino nei momenti di sconforto e se vi è possibile allenatevi con loro. Fategli capire che da parte vostra hanno un appoggio incondizionato che non dipende dal risultato ottenuto.